VALUTAZIONI SCIOPERO 4 DICEMBRE 2015

VALUTAZIONI SCIOPERO 4 DICEMBRE 2015

Il 4 dicembre 2015 questa Federazione ha scioperato e con orgoglio posso dire che migliaia di lavoratori hanno aderito nella consapevolezza che contano solo i fatti e non le lamentele sterili o le parole vuote.

In molti Ministeri ci sono state punte elevate di adesione e credo che questo sia stato un segnale positivo inviato tanto alle Amministrazioni quanto alle forze politiche visto che questo è stato lo sciopero con le più alte percentuali di partecipazione nel nostro comparto negli ultimi anni.

Questo sciopero rappresenta un punto di partenza e non di arrivo. L’obiettivo è giungere ad un contratto dignitoso per i lavoratori pubblici.

Molti mi chiedono perché gli altri non si sono affiancati a questo sciopero; la mia risposta è: non so il perché. Ad ognuno le proprie scelte, ad ognuno le proprie responsabilità.

Certo è che in questi giorni si definisce la legge di stabilità e spero che il nostro sciopero possa servire a far cambiare idea al governo ed evitare l’umiliazione dei 5 euro al mese dopo 6 anni di blocco contrattuale.

Noi non ci stiamo e sicuramente continueremo con tutte le forze a combattere una battaglia di dignità.

Gli altri che faranno? Ripeto, non lo so.

Noi siamo qui, dialogheremo con tutti quelli che vorranno farlo, certi di essere nel giusto visto tutto ciò che abbiamo fin qui costruito e fatto, dalle manifestazioni –da soli o unitarie come quella del 28 novembre scorso- fino alla sentenza della Corte Costituzionale.

Un grazie ancora a tutti coloro che stanno lottando con spirito di partecipazione, con un vero sacrificio personale, e che non piegano la testa all’arroganza di questo governo.

Cordialità e saluti.

Il Segretario Generale

Massimo Battaglia

Lascia un commento

Torna su