APPELLO ALLO SCIOPERO – 28 SETTEMBRE 2012

Battaglia foto_sciopero_generale

Facciamo sentire la voce dei lavoratori!

Cari Amici, iscritti e non,

la Federazione Confsal-Unsa sarà parte domani dello sciopero proclamato dalla Confederazione Confsal per il pubblico impiego.

Le motivazioni che hanno indotto il sindacato a compiere questo passo radicale risiedono nella necessità di rispondere con la massima forza all’ennesimo attacco che il governo sta realizzando nei confronti dei lavoratori pubblici.

Deve essere chiaro a tutti: qui non si tratta più di reclamare la formazione o lo sblocco del turn over. La questione che oggi ci troviamo ad affrontare è che il governo ha iniziato una procedura che può portare alcuni dipendenti pubblici a perdere il lavoro nel giugno 2013, a conclusione cioè delle fasi previste da questa sconsiderata spendine review, contro la quale abbiamo immediatamente protestato anche davanti alla Camera dei Deputati.

Sono consapevole di quanto una giornata di sciopero pesa nel bilancio familiare e che il nostro stesso diritto a manifestare ci viene pregiudicato da situazioni economiche difficilissime che non abbiamo contribuito a creare come lavoratori, ma di cui siamo vittime da anni.

Nondimeno, c’è da chiedersi «lo sciopero, se non ora, quando?». Cosa dobbiamo ancora aspettare? C’è qualcosa di peggio che vogliamo attendere prima di dire il nostro «no» con lo sciopero? Aspettiamo qualcosa di peggio di questa situazione in cui non è attaccata solo la nostra condizione patrimoniale col blocco dello stipendio, ma il nostro stesso diritto al lavoro?

Chiedo a tutti i lavoratori, a tutti coloro che possono fare uno sforzo, di partecipare allo sciopero, e compiere un atto politico personale nella consapevolezza della sua utilità per tutti i lavoratori pubblici, che oggi più che mai devono essere uniti per vincere questa battaglia.

Coraggio! Facciamo sentire la voce dei lavoratori!

IL SEGRETARIO GENERALE

Massimo Battaglia

Lascia un commento

Torna su